fbpx

Dedalo Invest

Riprendi il controllo delle tue finanze. Scopri gli investimenti finanziari in fondi ed ETF

PRESENTAZIONE

Scarica i nostri ebook.

Gratis.

image
rate costanti

PAC Cost
Averaging

Il Cost Averaging (CA) è una strategia di investimento molto utilizzata dagli investitori da oltre 70 anni. Ancora oggi è al centro dell'attenzione degli studiosi di finanza e del mondo accademico, che su di esso continuano ad esprimere giudizi molto contrastanti.
Continua a leggere...
image
rate variabili

PAC Value
Averaging

Sono stati scritti pochissimi libri sul Value Averaging e, al di là delle solite descrizioni sommarie, in rete non si trovano molte informazioni al riguardo, neppure in lingua inglese. Molte implicazioni di questa strategia di investimento sono quasi sconosciute.
Continua a leggere...

Dedalo Invest si rivolge a consulenti finanziari e ad investitori interessati ad approfondire le proprie conoscenze di finanza personale

Esplora gli articoli di approfondimento: PAC Cost Averaging e Value Averaging, Misure di rendimento e di rischio, Asset Allocation e Teoria Moderna del Portafoglio, CAPM, Portafogli Modello, Lazy Portfolios, Psicologia della finanza e molti altri.

Non perdere altro tempo. INIZIA ORA.

Fondi e SICAV
ETF
Indici di Borsa
Portafogli Modello

Lazy Portfolios, Fondi Total Return e Portafogli Modello

I Lazy portfolios sono portafogli costituiti da un piccolo numero di fondi low-cost. In italiano vengono definiti Portafogli pigri ed il loro nome prende spunto dall'essere concepiti come strumenti di investimento a lungo termine, con pochi ribilanciamenti (di solito non più di una volta all'anno)...
Continua a leggere

Piano di Accumulo del Capitale (PAC)

Il PAC, ovvero Piano di Accumulo del Capitale, è una modalità di investimento che consente di acquistare quote di un prodotto finanziario (solitamente Fondi Comuni, Sicav ed ETF) rateizzando il capitale e permettendo una pianificazione dell’investimento nel tempo...
Continua a leggere

Il compendio dell'investitore

Gli investimenti finanziari sono una materia molto complessa e coinvolgono importanti discipline come l'economia, la statistica e la psicologia. Un investimento non potrebbe essere tale senza un certo grado di incertezza associato ai suoi possibili ritorni finanziari. Spesso però l'incertezza è ancora maggiore…
Continua a leggere

Miglior investimento attuale

Non è facile rispondere alla domanda sul miglior investimento attuale. Innanzitutto perché il quesito è piuttosto vago: quali sono i prodotti finanziari da prendere in considerazione? Miglior investimento su quale orizzonte temporale? In base a quale parametro?
Continua a leggere

Portafogli Modello

I portafogli modello disponibili su Dedalo Invest sono l’espressione di una strategia multiperiodale del portafoglio che utilizza la Cluster Analysis per la selezione dei fondi e sfrutta alcuni modelli statistici, tra i quali anche i GARCH multivariati, per l’ottimizzazione vera e propria di ciascun portafoglio...
Continua a leggere

Value Averaging: investire senza temere una crisi finanziaria

Il Value Averaging (VA) è una strategia di investimento sviluppatasi verso la fine degli anni ’80 del secolo scorso ed è, ancora oggi, al centro di opinioni contrastanti...
Continua a leggere

Capital Asset Pricing Model (CAPM)

La maggiore difficoltà della Teoria Moderna del Portafoglio consiste nel dover conoscere i rendimenti, le volatilità e le correlazioni attese dei prodotti finanziari su cui si investe per poter determinare il portafoglio efficiente. Il CAPM permette di evitare le stime di queste quantità ed identifica il portafoglio efficiente con quello di mercato, ovvero…
Continua a leggere

Psicologia e Finanza: perché uno psicologo vince il Premio Nobel per l'Economia?

Il sito del Premio Nobel cita: il premio Sveriges Riksbank nelle Scienze Economiche in Memoria di Alfred Nobel 2002 viene equamente diviso tra Daniel Kahneman per aver integrato scoperte derivanti dalla ricerca psicologica con le scienze economiche, specialmente in merito al giudizio umano e alla teoria delle decisioni in condizioni d'incertezza…
Continua a leggere

Modelli GARCH univariati e multivariati

Le serie storiche economiche e, in particolare, quelle dei rendimenti di prodotti finanziari, mostrano spesso periodi con alta o bassa concentrazione di volatilità. Per queste tipologie di serie storiche una volatilità che cambia nel tempo è molto più frequente di una volatilità costante...
Continua a leggere

Strategie di investimento: domande frequenti (FAQ)

Quale strategia viene solitamente consigliata? In un'ottica di investimento la strategia generalmente consigliata è il…
Continua a leggere

Teoria Moderna del Portafoglio: la nascita dell'Asset Allocation

L'Asset Allocation è un concetto che si sviluppa a partire dal lavoro di Harry Markowitz, che nel suo articolo del 1952 intitolato Portfolio Selection, getta le basi per quella che verrà definita la Teoria Moderna del Portafoglio. Markowitz è il primo studioso a formalizzare...
Continua a leggere
Quanto sono affidabili le raccomandazioni degli analisti?

Quanto sono affidabili le raccomandazioni degli analisti?


01Gen2021

Information
Andrea Blog 988 hits
Prima pubblicazione: 28 Settembre 2020

«I always pass on good advice. It is the only thing to do with it. It is never of any use to oneself».

Oscar Wilde

Poco o niente.

Seguire le raccomandazioni di acquisto o di vendita degli analisti per guadagnare sui mercati azionari è, purtroppo, soltanto un sogno.

Sono stati fatti molti studi al riguardo ma, almeno per quanto riguarda le raccomandazioni accessibili al pubblico, non è stata mai dimostrata in modo definitivo alcuna correlazione tra i rating degli analisti – considerati nel loro insieme – e le performance delle azioni post-raccomandazioni.

In altre parole, le raccomandazioni degli analisti sono indipendenti dalle performance azionarie .

Come è possibile considerare più raccomandazioni su un'unica azione nel loro insieme?

Un modo è quello di utilizzare un indice definito Rating ratio (al tempo t), che viene calcolato nel modo seguente:

Rating ratio(t) = [(Numero di rating positivi(t) - Numero di rating negativi(t)] / Numero totale dei rating(t)

L'indice sarà compreso tra -1, nel caso in cui tutte le raccomandazioni siano negative, e +1 allorquando dovessero essere tutte positive. L'indice sarà uguale a 0 se il numero di raccomandazioni positive è uguale al numero di quelle negative.

Ovviamente, non tutte le raccomandazioni sono uguali. Alcune potrebbero essere emesse da analisti migliori di altri o che, conoscendoli meglio, potrebbero dimostrare una maggiore affidabilità.

Purtroppo non sarà mai possibile sapere, in anticipo, quali saranno le raccomandazioni giuste (e viceversa): un analista potrebbe avere una "striscia vincente" molto lunga: il successo è dovuto alle sue capacità di analisi o, più semplicemente, al caso?

Per rispondere a questa domanda sarebbe necessario entrare nel merito di ciascuna raccomandazione: passare da un'indagine quantitativa ad una qualitativa di ciascun analista.

In altre parole, avremmo bisogno di un analista degli analisti, un esperto degli esperti, che dovrebbe studiare il processo di valutazione dei secondi per poter sviluppare un giudizio di qualità sulle raccomandazioni emesse.

Insomma, entreremmo in un loop senza fine.

D'altra parte, affidandosi semplicemente alla serie storica di successi e insuccessi di un analista, ci espone allo stesso rischio che si corre quando si acquistano prodotti finanziari, sempre giustamente evidenziato dal disclaimer "I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri".

Scegliere di seguire le raccomandazioni del miglior analista soltanto in base alle sue performance passate assomiglia perciò a scegliere di investire nelle azioni della società o nel fondo azionario che ha ottenuto i migliori rendimenti in passato: non si ha alcuna garanzia che in futuro i risultati siano gli stessi.

E' anche vero, però, che non tutte le raccomandazioni degli analisti sono inutili: quelle più serie non si riassumono in un mero "buy, sell, hold, strong buy, e così via". Spesso vengono fornite insieme ad altre informazioni, come l'analisi dell'andamento finanziario di una certa società negli ultimi mesi, l'analisi delle vendite e una loro stima futura, eventuali stime dei dividendi futuri, ecc.

Queste informazioni accessorie non saranno necessariamente utili a tutti gli investitori: alcuni di loro, però, potrebbero utilizzarle per altri scopi (uno di questi potrebbe ad esempio essere il semplice informarsi sulle prospettive di società già presenti in portafoglio).

Non esistono strade sicure per guadagnare in borsa nel breve termine facendo stock picking. In fin dei conti, se gli analisti fossero certi di quello che scrivono, sarebbe i primi ad investire pesantemente sulle azioni che raccomandano di comprare, arricchendosi in breve tempo. Il passaggio da analista ad investitore di successo sarebbe un'ovvia conseguenza della loro attività.

Ahimé, non è così semplice.

BASIC

Gratuito

0 00
  • Ebook: inclusi
  • Analisi e backtest: con limitazioni
  • Portafogli Modello: nessuno
  • Portafogli Personali: 1
  • Serie storiche: sì
  • CAPTCHA: presente
  • -
-70%

PRO MENSILE

€ 49,90 Mese

14 99 Mese
  • IVA inclusa
  • Ebook: inclusi
  • Analisi e backtest: senza limitazioni
  • Portafogli Modello: 52
  • Portafogli Personali: illimitati
  • Serie storiche: sì
  • CAPTCHA: assente
-70%

PRO ANNUALE

€ 490,00 Anno

149 90 Anno
  • IVA inclusa
  • Ebook: inclusi
  • Analisi e backtest: senza limitazioni
  • Portafogli Modello: 52
  • Portafogli Personali: illimitati
  • Serie storiche: sì
  • CAPTCHA: assente

Disclaimer

Tutti i tipi di investimento sono rischiosi. Il livello di rischio può essere più o meno alto e i rendimenti possono variare al rialzo o al ribasso. Ogni investimento è soggetto al rischio di perdita.
I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.