fbpx

Dedalo Invest

Riprendi il controllo delle tue finanze. Scopri gli investimenti finanziari in fondi ed ETF

PRESENTAZIONE

Scarica i nostri ebook.

Gratis.

image
rate costanti

PAC Cost
Averaging

Il Cost Averaging (CA) è una strategia di investimento molto utilizzata dagli investitori da oltre 70 anni. Ancora oggi è al centro dell'attenzione degli studiosi di finanza e del mondo accademico, che su di esso continuano ad esprimere giudizi molto contrastanti.
Continua a leggere...
image
rate variabili

PAC Value
Averaging

Sono stati scritti pochissimi libri sul Value Averaging e, al di là delle solite descrizioni sommarie, in rete non si trovano molte informazioni al riguardo, neppure in lingua inglese. Molte implicazioni di questa strategia di investimento sono quasi sconosciute.
Continua a leggere...

Dedalo Invest si rivolge a consulenti finanziari e ad investitori interessati ad approfondire le proprie conoscenze di finanza personale

Esplora gli articoli di approfondimento: PAC Cost Averaging e Value Averaging, Misure di rendimento e di rischio, Asset Allocation e Teoria Moderna del Portafoglio, CAPM, Portafogli Modello, Lazy Portfolios, Psicologia della finanza e molti altri.

Non perdere altro tempo. INIZIA ORA.

Fondi e SICAV
ETF
Indici di Borsa
Portafogli Modello

Teoria Moderna del Portafoglio: la nascita dell'Asset Allocation

L'Asset Allocation è un concetto che si sviluppa a partire dal lavoro di Harry Markowitz, che nel suo articolo del 1952 intitolato Portfolio Selection, getta le basi per quella che verrà definita la Teoria Moderna del Portafoglio. Markowitz è il primo studioso a formalizzare...
Continua a leggere

Miglior investimento attuale

Non è facile rispondere alla domanda sul miglior investimento attuale. Innanzitutto perché il quesito è piuttosto vago: quali sono i prodotti finanziari da prendere in considerazione? Miglior investimento su quale orizzonte temporale? In base a quale parametro?
Continua a leggere

Portafogli Modello

I portafogli modello disponibili su Dedalo Invest sono l’espressione di una strategia multiperiodale del portafoglio che utilizza la Cluster Analysis per la selezione dei fondi e sfrutta alcuni modelli statistici, tra i quali anche i GARCH multivariati, per l’ottimizzazione vera e propria di ciascun portafoglio...
Continua a leggere

Capital Asset Pricing Model (CAPM)

La maggiore difficoltà della Teoria Moderna del Portafoglio consiste nel dover conoscere i rendimenti, le volatilità e le correlazioni attese dei prodotti finanziari su cui si investe per poter determinare il portafoglio efficiente. Il CAPM permette di evitare le stime di queste quantità ed identifica il portafoglio efficiente con quello di mercato, ovvero…
Continua a leggere

Modelli GARCH univariati e multivariati

Le serie storiche economiche e, in particolare, quelle dei rendimenti di prodotti finanziari, mostrano spesso periodi con alta o bassa concentrazione di volatilità. Per queste tipologie di serie storiche una volatilità che cambia nel tempo è molto più frequente di una volatilità costante...
Continua a leggere

Psicologia e Finanza: perché uno psicologo vince il Premio Nobel per l'Economia?

Il sito del Premio Nobel cita: il premio Sveriges Riksbank nelle Scienze Economiche in Memoria di Alfred Nobel 2002 viene equamente diviso tra Daniel Kahneman per aver integrato scoperte derivanti dalla ricerca psicologica con le scienze economiche, specialmente in merito al giudizio umano e alla teoria delle decisioni in condizioni d'incertezza…
Continua a leggere

Lazy Portfolios, Fondi Total Return e Portafogli Modello

I Lazy portfolios sono portafogli costituiti da un piccolo numero di fondi low-cost. In italiano vengono definiti Portafogli pigri ed il loro nome prende spunto dall'essere concepiti come strumenti di investimento a lungo termine, con pochi ribilanciamenti (di solito non più di una volta all'anno)...
Continua a leggere

Strategie di investimento: domande frequenti (FAQ)

Quale strategia viene solitamente consigliata? In un'ottica di investimento la strategia generalmente consigliata è il…
Continua a leggere

Value Averaging: investire senza temere una crisi finanziaria

Il Value Averaging (VA) è una strategia di investimento sviluppatasi verso la fine degli anni ’80 del secolo scorso ed è, ancora oggi, al centro di opinioni contrastanti...
Continua a leggere

Piano di Accumulo del Capitale (PAC)

Il PAC, ovvero Piano di Accumulo del Capitale, è una modalità di investimento che consente di acquistare quote di un prodotto finanziario (solitamente Fondi Comuni, Sicav ed ETF) rateizzando il capitale e permettendo una pianificazione dell’investimento nel tempo...
Continua a leggere

Il compendio dell'investitore

Gli investimenti finanziari sono una materia molto complessa e coinvolgono importanti discipline come l'economia, la statistica e la psicologia. Un investimento non potrebbe essere tale senza un certo grado di incertezza associato ai suoi possibili ritorni finanziari. Spesso però l'incertezza è ancora maggiore…
Continua a leggere
Perché investire è importante?

Perché investire è importante?


21Mar2021

Information
Andrea Blog 761 hits
Prima pubblicazione: 21 Marzo 2021

«In investing, what is comfortable is rarely profitable».

Robert D. Arnott

Che cosa vuol dire investire e, soprattutto, perché investiamo?

Un investimento è l'impiego di risorse oggi per ottenere un beneficio futuro. Tra le risorse non troviamo soltanto il denaro: tempo, lavoro, idee, oggetti (e molte altre cose) sono tutte risorse che possono essere investite. Impieghiamo queste risorse perché ci aspettiamo di ricevere in futuro una quantità maggiore di denaro, di soddisfazione, di felicità o quant'altro.

Quando leggo un libro o l'articolo di un blog, sto impiegando del tempo (e, a volte, anche del denaro) per aumentare il mio bagaglio di conoscenze. Se si tratta di narrativa o poesia, il mio benessere sarà influenzato positivamente dall'esperienza della lettura (o, almeno, questa è l'aspettativa).

Quando deposito una somma di denaro in un conto corrente bancario, non lo faccio necessariamente per trasformarlo in una cifra più alta: potrei semplicemente voler evitare che qualcuno me lo rubi. Anche questo è un investimento.

Esiste poi l'investimento su sé stessi, di cui si sente parlare sempre più spesso: è una forma di investimento molto importante, anche se difficilmente misurabile. Niente è più utile del ricevere un'adeguata educazione, intesa come bagaglio di conoscenze da acquisire per mezzo di una costante ricerca, analisi e studio. Dopo il classico percorso scolastico e accademico, si può investire su sé stessi studiando per conto proprio o attraverso corsi online, possibilmente universitari o proposti da enti o soggetti competenti e qualificati.

Valutare un investimento non è facile: non è detto che basti verificare se ciò che ci aspettiamo di ricevere in futuro sia grande abbastanza, o quale sia la probabilità di ottenerlo. Dovremmo anche considerare le possibili alternative, il costo opportunità dell'investimento: invece di leggere quel libro, cos'altro avrei potuto fare nel tempo che ho trascorso a leggerlo? Invece di depositare quella somma di denaro in banca, come avrei potuto utilizzarla? Se non svolgessi il mio attuale lavoro, di quale altra attività potrei occuparmi?

Nella nostra società, l’investimento è un'attività realizzata su vasta scala: le imprese investono in macchinari e impianti, gli Stati investono in beni o servizi pubblici, le persone investono in azioni, obbligazioni, materie prime e immobili.

Da un punto di vista macroeconomico, un'impresa effettua un investimento in capitale fisso, che consiste nell'acquisto di un'unità aggiuntiva di "bene capitale", se il valore attuale del flusso addizionale di ricavi netti che essa si aspetta di ottenere dalla sua realizzazione è più elevato del costo che deve sostenere correntemente per la sua attuazione.

Nella precedente definizione, possiamo ritrovare due concetti che avevamo già introdotto in precedenza in maniera più generica:

  • Un'uscita finanziaria, al tempo 0, che costituisce l’ammontare dell’investimento: "l'impiego di risorse oggi"
  • Una o più entrate finanziarie, ottenibili in uno o più momenti futuri, che nel complesso sono superiori all’uscita finanziaria iniziale: "per ottenere un beneficio futuro"

Da qui in avanti, parleremo soprattutto di investimenti finanziari.

Per vivere, abbiamo bisogno di entrate finanziarie.

I flussi finanziari in entrata possono derivare da:

  • Lavoro
  • Investimento

Certo, si potrebbe anche ricevere un'eredità o una donazione importante, ma sono eventi eccezionali e dalla tempistica incerta, su cui è bene non fare troppo affidamento.

Il lavoro è la più diffusa attività che permette di ottenere un'entrata finanziaria costante. Lavorare, però, potrebbe non essere sufficiente a garantirci una stabilità finanziaria fino all'ultimo giorno di vita. Sì, sappiamo che esiste la pensione, ma non ne abbiamo il pieno controllo: se oggi ho 40 anni, mi aspetto di andare in pensione tra circa 25-30 anni. Sarà effettivamente così? Se sì, quale sarà l'importo mensile della mia pensione?

Molte cose potrebbero cambiare in futuro. Sappiamo che l'età del pensionamento e l'ammontare della pensione mensile variano in continuazione; molto spesso, non in nostro favore. D'altra parte, non è un segreto che, almeno in Italia, l'età media della popolazione sia in continua crescita e il rapporto tra occupati e pensionati sia tra i più bassi d'Europa.

Dunque, l'età pensionabile e l'importo della pensione sono due variabili su cui non abbiamo controllo. Probabilmente l'età è destinata a crescere e gli importi pensionistici a diminuire: per mantenere lo stesso tenore di vita, potremmo aver bisogno di continuare a lavorare anche una volta raggiunta la tanto attesa età pensionabile, se non si è provveduto per tempo a colmare la differenza.

L'investimento passa attraverso il risparmio di una parte del flusso finanziario in entrata. In generale, gli investitori si trovano in una di queste due situazioni:

  • Hanno già un capitale da investire
  • Non hanno ancora un capitale da investire

Nel primo caso investire è importante perché, altrimenti, l'inflazione eroderà lentamente – ma inesorabilmente – quel capitale.

Stiamo attraversando un periodo storico di bassa inflazione, è vero. Bassa non è però sinonimo di assente e investire il proprio capitale è importante per raggiungere il primo obiettivo dell'investimento finanziario: far sì che tra X anni il capitale abbia almeno lo stesso potere di acquisto che ha oggi.

Se ne avrà di più, tanto meglio: se riusciremo a farlo crescere a un tasso più alto di quello dell'inflazione, avremo incrementato il nostro patrimonio finanziario reale. Questo è il secondo obiettivo che perseguiamo investendo.

Se non abbiamo un capitale da poter investire fin dall'inizio, possiamo costruircelo nel tempo. Il modo migliore per farlo è attraverso un Piano di Accumulo del Capitale (PAC), di cui abbiamo parlato spesso in questo blog e, in generale, nel nostro sito.

Con un PAC possiamo investire nel tempo piccoli risparmi mensili. Ovviamente, il valore del capitale al termine del PAC varierà in funzione della durata dell'investimento, dell'entità dei versamenti e dell'andamento del mercato sottostante.

Non servono cifre enormi per iniziare un PAC. Possono bastare anche 100 euro al mese. L'importante è iniziare e, prima si comincia, meglio è: l'orizzonte ideale è il lungo termine, perché solo il tempo ci permetterà di trasformare una piccola cifra mensile in un discreto o grande capitale.

Ecco allora che un PAC di lungo termine, portato avanti con integrità e disciplina, potrebbe generare il capitale necessario a compensare quella diminuzione di entrate finanziarie che rischiamo di subire al raggiungimento dell'età pensionistica.

Il PAC non è il solo strumento che permette di ottenere questo risultato: esistono ovviamente anche i fondi pensione, dedicati proprio a questo scopo. In ogni caso, i benefici del PAC non sono da sottovalutare e, per chi non ne ha già uno, la scelta di costruire un capitale con questa strategia di investimento – rinunciando a consumare la somma periodica dedicata al PAC – difficilmente si rivelerà sbagliata.

BASIC

Gratuito

0 00
  • Ebook: inclusi
  • Analisi e backtest: con limitazioni
  • Portafogli Modello: nessuno
  • Portafogli Personali: 1
  • Serie storiche: sì
  • CAPTCHA: presente
  • -
-70%

PRO MENSILE

€ 49,90 Mese

14 99 Mese
  • IVA inclusa
  • Ebook: inclusi
  • Analisi e backtest: senza limitazioni
  • Portafogli Modello: 52
  • Portafogli Personali: illimitati
  • Serie storiche: sì
  • CAPTCHA: assente
-70%

PRO ANNUALE

€ 490,00 Anno

149 90 Anno
  • IVA inclusa
  • Ebook: inclusi
  • Analisi e backtest: senza limitazioni
  • Portafogli Modello: 52
  • Portafogli Personali: illimitati
  • Serie storiche: sì
  • CAPTCHA: assente

Disclaimer

Tutti i tipi di investimento sono rischiosi. Il livello di rischio può essere più o meno alto e i rendimenti possono variare al rialzo o al ribasso. Ogni investimento è soggetto al rischio di perdita.
I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.