fbpx
Perché investire è importante?

Perché investire è importante?


15Apr2023

Information
Andrea Gonzali Blog 3052 hits
Prima pubblicazione: 21 Marzo 2021

«In investing, what is comfortable is rarely profitable».

Robert D. Arnott

Che cosa vuol dire investire e, soprattutto, perché investire è importante?

Investire significa impiegare risorse nel presente per ottenere un beneficio futuro. Le risorse non sono solo denaro, ma anche tempo, lavoro, idee e oggetti. Investiamo perché ci aspettiamo di ricevere in futuro una maggiore quantità di denaro, soddisfazione o felicità.

Ad esempio, quando leggiamo un libro o un articolo di un blog, impieghiamo tempo (e a volte denaro) per aumentare le nostre conoscenze. Se si tratta di narrativa o poesia, l’esperienza della lettura può influenzare positivamente il nostro benessere.

Anche depositare denaro in un conto corrente bancario può essere considerato un investimento. Non sempre lo scopo è quello di aumentare la cifra depositata, ma anche di proteggerla da eventuali furti.

L’investimento su sé stessi è un'altra forma di investimento fondamentale, anche se difficilmente misurabile. Ricevere un’adeguata educazione, intesa come acquisizione di conoscenze attraverso ricerca, analisi e studio, è estremamente utile. Dopo il percorso scolastico e accademico, si può continuare a investire su sé stessi studiando autonomamente o frequentando corsi online offerti da università o enti qualificati.

Valutare un investimento non è semplice. Non basta considerare solo il beneficio atteso e la probabilità di ottenerlo, ma anche le possibili alternative e il costo opportunità: 

  • Invece di leggere un libro, come avremmo potuto impiegare quel tempo?
  • Invece di depositare il denaro in banca, come avremmo potuto utilizzarlo?
  • Se non svolgessimo il nostro lavoro attuale, di quale altra attività potremmo occuparci?

Nella nostra società, l’investimento è un’attività diffusa. Le imprese investono in macchinari e impianti, gli Stati in beni e servizi pubblici, le persone in azioni, obbligazioni, materie prime e immobili.

Da un punto di vista macroeconomico, un'impresa effettua un investimento in capitale fisso – che consiste nell'acquisto di un'unità aggiuntiva di "bene capitale" – se il valore attuale del flusso addizionale di ricavi netti che essa si aspetta di ottenere dalla sua realizzazione è più elevato del costo che deve sostenere correntemente per la sua attuazione.

Nella precedente definizione, possiamo identificare due concetti:

  • Un’uscita finanziaria iniziale che costituisce l’ammontare dell’investimento.
  • Una o più entrate finanziarie future superiori all’uscita iniziale.

D'ora in poi, ci concentreremo sugli investimenti finanziari.

Per vivere, abbiamo bisogno di entrate finanziarie.

I flussi finanziari in entrata possono derivare da:

  • Lavoro.
  • Investimento.

Si potrebbe anche ricevere un'eredità o una donazione importante, ma sono eventi eccezionali e dalla tempistica incerta, su cui è bene non fare affidamento.

Il lavoro è l’attività più diffusa per ottenere un’entrata finanziaria costante. Lavorare, però, potrebbe non essere sufficiente per garantire la stabilità finanziaria fino all'ultimo giorno di vita. Anche se esiste la pensione, non ne abbiamo il pieno controllo. Le incognite sono parecchie: se oggi ho 40 anni, tra quanti anni mi aspetto di andare in pensione? Tra 28 o 30 anni? Quale sarà l'importo mensile della mia pensione?

Molte cose possono cambiare in futuro. L’età pensionabile e l’importo della pensione variano spesso e non sempre a nostro favore. In Italia, l’età media della popolazione è in crescita e il rapporto tra occupati e pensionati è tra i più bassi d’Europa.

L’età pensionabile e l’importo della pensione sono perciò delle variabili su cui non abbiamo controllo. Potrebbe essere necessario continuare a lavorare anche dopo aver raggiunto l’età pensionabile se non abbiamo preso provvedimenti che ci permettano di colmare la differenza tra l’importo della pensione e il nostro tenore di vita.

L’investimento richiede il risparmio di una parte del flusso finanziario in entrata. Gli investitori possono avere già un capitale da investire o non averlo ancora. Nel primo caso, investire è importante per evitare che l’inflazione eroda il capitale.

Dopo un lungo periodo di bassa inflazione, questa è tornata a crescere rapidamente. Oggi ancor più di ieri, investire il proprio capitale è importante per raggiungere il primo obiettivo dell’investimento finanziario: mantenere il potere di acquisto del capitale nel tempo.

Se poi riusciamo a far crescere il nostro capitale a un tasso superiore all’inflazione, avremo incrementato il nostro patrimonio finanziario reale. Questo è il secondo obiettivo dell’investimento.

Se non abbiamo un capitale da investire, è possibile costruirlo nel tempo attraverso un Piano di Accumulo del Capitale (PAC). Con un PAC, possiamo investire nel tempo piccoli risparmi mensili. Il valore finale del capitale dipenderà dalla durata dell’investimento, dall’entità dei versamenti e dall’andamento del mercato sottostante.

Per iniziare un PAC non servono cifre enormi: anche 100 euro al mese possono bastare. L’importante è iniziare presto e, possibilmente, avere un orizzonte di lungo termine.

Un PAC portato avanti con integrità e disciplina potrebbe generare il capitale necessario a compensare la diminuzione di entrate finanziarie al raggiungimento dell’età pensionabile.

Il PAC non è l’unico strumento per costruire un capitale per il futuro: esistono anche i fondi pensione. In ogni caso, i benefici del PAC non sono da sottovalutare e la scelta di costruire un capitale con questa strategia di investimento difficilmente si rivelerà sbagliata.

In sintesi, gli investimenti finanziari sono uno strumento fondamentale per la crescita economica e la creazione di ricchezza. Tuttavia, è bene ricordarsi che ogni investimento è rischioso ed è necessario valutare attentamente le proprie scelte per massimizzare i benefici e minimizzare i rischi.

BASIC

Gratuito

0 00
  • N/A
  • Lazy portfolios modello: no
  • Portafogli modello: no
  • Portafogli Personali: 1
  • Analisi con limitazioni
  • CAPTCHA: presente
−70%

PRO MENSILE

€ 39,90 Mese

12 60 Mese
  • + IVA 19%
  • Lazy portfolios modello: sì
  • Portafogli modello: sì
  • Portafogli Personali: illimitati
  • Analisi senza limitazioni
  • CAPTCHA: assente
−70%

PRO ANNUALE

€ 399,00 Anno

125 97 Anno
  • + IVA 19%
  • Lazy portfolios modello: sì
  • Portafogli modello: sì
  • Portafogli Personali: illimitati
  • Analisi senza limitazioni
  • CAPTCHA: assente
−33%

COACHING

TARIFFA ORARIA

99 00 Ora
  • + IVA 19%
  • Educazione finanziaria
  • Financial Planning
  • Strategie di investimento
  • Asset Allocation
  • Analisi del portafoglio

Disclaimer

Tutti i tipi di investimento sono rischiosi. Il livello di rischio può essere più o meno alto e i rendimenti possono variare al rialzo o al ribasso. Ogni investimento è soggetto al rischio di perdita.
I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.