fbpx

Dedalo Invest

Strumenti di analisi e coaching individuale a tariffa oraria

PRESENTAZIONE
image

Avete sentito parlare spesso del rischio di cambio, ma non siete mai riusciti a capire fino in fondo se, quanto e soprattutto perché il rischio di cambio influenzi il rendimento, la volatilità e le altre misure di rischio di un investimento?

Grazie a questo libro, potrete finalmente trovare le risposte a queste domande.

Acquista

image
Un’analisi approfondita e una guida pratica a una modalità di investimento semplice ed efficiente
Continua a leggere...

Scarica i nostri ebook sui PAC.

Gratis.

image
rate costanti

PAC Cost
Averaging

Il Cost Averaging (CA) è una strategia di investimento molto utilizzata dagli investitori da oltre 70 anni. Ancora oggi è al centro dell'attenzione degli studiosi di finanza e del mondo accademico, che su di esso continuano ad esprimere giudizi molto contrastanti.
Continua a leggere...
image
rate variabili

PAC Value
Averaging

Sono stati scritti pochissimi libri sul Value Averaging e, al di là delle solite descrizioni sommarie, in rete non si trovano molte informazioni al riguardo, neppure in lingua inglese. Molte implicazioni di questa strategia di investimento sono quasi sconosciute.
Continua a leggere...

Dedalo Invest si rivolge a consulenti finanziari e ad investitori interessati ad approfondire le proprie conoscenze di finanza personale

Esplora gli articoli di approfondimento: Lazy portfolios, PAC Cost Averaging e Value Averaging, Misure di rendimento e di rischio, Asset Allocation e Teoria Moderna del Portafoglio, CAPM, Portafogli Modello, Psicologia della finanza e molti altri.

Non perdere altro tempo. INIZIA ORA.

Lazy portfolios modello
Portafogli Modello
ETF ed ETC
Fondi e SICAV

Modelli GARCH univariati e multivariati

Le serie storiche economiche e, in particolare, quelle dei rendimenti di prodotti finanziari, mostrano spesso periodi con alta o bassa concentrazione di volatilità. Per queste tipologie di serie storiche una volatilità che cambia nel tempo è molto più frequente di una volatilità costante...
Continua a leggere

Il compendio dell'investitore

Gli investimenti finanziari sono una materia molto complessa e coinvolgono importanti discipline come l'economia, la statistica e la psicologia. Un investimento non potrebbe essere tale senza un certo grado di incertezza associato ai suoi possibili ritorni finanziari. Spesso però l'incertezza è ancora maggiore…
Continua a leggere

Piano di Accumulo del Capitale (PAC)

Il PAC, ovvero Piano di Accumulo del Capitale, è una modalità di investimento che consente di acquistare quote di un prodotto finanziario (solitamente Fondi Comuni, Sicav ed ETF) rateizzando il capitale e permettendo una pianificazione dell’investimento nel tempo...
Continua a leggere

Lazy Portfolios

Un’analisi approfondita e una guida pratica a una modalità di investimento semplice ed efficiente
Continua a leggere

Teoria Moderna del Portafoglio: la nascita dell'Asset Allocation

L'Asset Allocation è un concetto che si sviluppa a partire dal lavoro di Harry Markowitz, che nel suo articolo del 1952 intitolato Portfolio Selection, getta le basi per quella che verrà definita la Teoria Moderna del Portafoglio. Markowitz è il primo studioso a formalizzare...
Continua a leggere

Value Averaging: investire senza temere una crisi finanziaria

Il Value Averaging (VA) è una strategia di investimento sviluppatasi verso la fine degli anni ’80 del secolo scorso ed è, ancora oggi, al centro di opinioni contrastanti...
Continua a leggere

Capital Asset Pricing Model (CAPM)

La maggiore difficoltà della Teoria Moderna del Portafoglio consiste nel dover conoscere i rendimenti, le volatilità e le correlazioni attese dei prodotti finanziari su cui si investe per poter determinare il portafoglio efficiente. Il CAPM permette di evitare le stime di queste quantità ed identifica il portafoglio efficiente con quello di mercato, ovvero…
Continua a leggere

Portafogli Modello

I portafogli modello disponibili su Dedalo Invest sono l’espressione di una strategia multiperiodale del portafoglio che utilizza la Cluster Analysis per la selezione dei fondi e sfrutta alcuni modelli statistici, tra i quali anche i GARCH multivariati, per l’ottimizzazione vera e propria di ciascun portafoglio...
Continua a leggere

Psicologia e Finanza: perché uno psicologo vince il Premio Nobel per l'Economia?

Il sito del Premio Nobel cita: il premio Sveriges Riksbank nelle Scienze Economiche in Memoria di Alfred Nobel 2002 viene equamente diviso tra Daniel Kahneman per aver integrato scoperte derivanti dalla ricerca psicologica con le scienze economiche, specialmente in merito al giudizio umano e alla teoria delle decisioni in condizioni d'incertezza…
Continua a leggere

Strategie di investimento: domande frequenti (FAQ)

Quale strategia viene solitamente consigliata? In un'ottica di investimento la strategia generalmente consigliata è il…
Continua a leggere
Quando la borsa crolla e si scatena il panic selling, chi sono i compratori?

Quando la borsa crolla e si scatena il panic selling, chi sono i compratori?


09Ott2022

Information
Andrea Gonzali Blog 1546 hits
Prima pubblicazione: 09 Ottobre 2022

«In the 20th century, the United States endured two world wars and other traumatic and expensive military conflicts; the Depression; a dozen or so recessions and financial panics; oil shocks; a flu epidemic; and the resignation of a disgraced president. Yet the Dow rose from 66 to 11.497».

Warren Buffett

Quando la Borsa crolla, significa che i venditori sono tanti e i compratori molti di meno.

La legge della domanda e dell'offerta governa il prezzo di equilibrio di un bene: le azioni sono dei beni mobili e la bassa domanda rispetto all'alta offerta determina la discesa dei prezzi, a volte molto brusca.

Perché si verifica il panic selling?

Uno dei motori principali di un crollo borsistico è la psicologia umana: quando i prezzi iniziano a scendere, i più paurosi decidono di vendere, anche se magari il loro orizzonte temporale è ancora molto lontano. Le vendite favoriscono ulteriori ribassi dei prezzi e altre persone, che inizialmente avevano tenuto duro, iniziano a liquidare le loro posizioni.

Il ciclo si ripete, prendendo sempre più velocità anche a causa del panico che, nel frattempo, si è diffuso tra gli investitori: come ci insegna la finanza comportamentale, è più forte l'avversione alle perdite che non quella al rischio.

L'avversione alle perdite implica che la sofferenza da queste causata sia superiore al piacere ottenuto da un guadagno di pari entità.

Le vendite, dunque, abbassano i prezzi e ogni calo genera una nuova ondata di panico tra gli investitori.

A un certo punto, il crollo si ferma. Si raggiunge un punto di minimo e da lì il mercato torna a salire.

I motivi per cui un trend giunge al capolinea non possono essere individuati ex ante. A posteriori, fioccheranno innumerevoli analisi e si sprecheranno autorevoli commenti sull'accaduto: tutti inutili da un punto di vista operativo.

A priori, è invece impossibile prevedere quando si verificherà il punto di minimo, il timing di acquisto perfetto: il momento sognato da ogni investitore.

Che rimarrà, appunto, un sogno.

Chi sono, allora, i compratori? Non soltanto i pochissimi che acquistano intorno al punto di minimo, ma anche quelli che hanno continuato a comprare durante tutto il periodo del crollo borsistico?

Difficile dirlo con esattezza, ma probabilmente si inquadrano in una delle seguenti categorie:

  • Investitori più esperti, che non sono intimoriti dalla crisi ma la stavano, forse, aspettando da tempo. Sono coloro che non credono che "this time is different" e sanno che il mercato tornerà a salire.
    Alcuni fissano degli acquisti quando il mercato scende di un 10% rispetto ai massimi, altri di un 20% o ancora di più. La loro strategia è di comprare a prezzi più bassi di quelli precedentemente raggiunti o del prezzo medio di carico dei titoli in portafoglio.
  • Investitori che stanno costruendo un Piano di Accumulo del Capitale (PAC). Il PAC prevede acquisti periodici, generalmente mensili o trimestrali e, quando arriva il giorno d'investimento, l'acquisto parte in automatico.
    Il fatto che ci sia una crisi non ferma questi acquisti che sfruttano i ribassi dei prezzi e che – a parità di somma versata – permettono di accumulare un numero maggiore di quote degli strumenti finanziari sottostanti.
    Proprio per questo motivo, il verificarsi di una crisi finanziaria è addirittura auspicabile nelle prime fasi di vita di un PAC, dato che non comporta un eccessivo stress psicologico per l'investitore, a differenza di quanto avviene in un PIC.
  • Investitori che utilizzano l'analisi fondamentale: semplificando al massimo, quando i prezzi crollano il P/E diminuisce (Price/Earnings, ovvero il rapporto tra il prezzo e il guadagno generato da ogni azione). Quando il P/E raggiunge dei livelli particolarmente bassi, i titoli vengono considerati sottovalutati e possono diventare occasioni di acquisto.
  • Chiunque, in generale, ritenga ogni prezzo toccato durante il crollo favorevole per un acquisto.

Di nuovo: comprare sui minimi – così come vendere sui massimi – è difficilissimo.

Ovviamente, qualcuno che ha acquistato ai prezzi minimi esiste. Deve esistere per forza, dato che ogni prezzo di mercato misura il valore di scambio al quale la proprietà dei titoli si trasferisce dal venditore al compratore.

Quasi sicuramente, il merito di aver concluso una transazione con un tempismo perfetto sarà stato del caso: un grosso colpo di fortuna.

BASIC

Gratuito

0 00
  • N/A
  • Lazy portfolios modello: no
  • Portafogli modello: no
  • Portafogli Personali: 1
  • Analisi con limitazioni
  • CAPTCHA: presente
−70%

PRO MENSILE

€ 39,90 Mese

12 60 Mese
  • + IVA 19%
  • Lazy portfolios modello: sì
  • Portafogli modello: sì
  • Portafogli Personali: illimitati
  • Analisi senza limitazioni
  • CAPTCHA: assente
−70%

PRO ANNUALE

€ 399,00 Anno

125 97 Anno
  • + IVA 19%
  • Lazy portfolios modello: sì
  • Portafogli modello: sì
  • Portafogli Personali: illimitati
  • Analisi senza limitazioni
  • CAPTCHA: assente
−33%

COACHING

TARIFFA ORARIA

99 00 Ora
  • + IVA 19%
  • Educazione finanziaria
  • Financial Planning
  • Strategie di investimento
  • Asset Allocation
  • Analisi del portafoglio

Disclaimer

Tutti i tipi di investimento sono rischiosi. Il livello di rischio può essere più o meno alto e i rendimenti possono variare al rialzo o al ribasso. Ogni investimento è soggetto al rischio di perdita.
I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.